giovedì 8 dicembre 2016

Cosa fare quando i rapporti interpersonali diventano fonte di stress


Le relazioni interpersonali possono rappresentare un forte fattore di stress: incomprensioni, difficoltà nel comunicare, opinioni diverse, possono portare a conflitti che creano molto disagio. 
Non possiamo prescindere dall'avere rapporti con gli altri, e nel momento in cui ci si relaziona bisogna stare attenti al modo in cui comunichiamo, ai nostri atteggiamenti, cercando sempre di mediare tra i nostri bisogni e desideri e quelli degli altri. 
Tutto questo, già di per sé, non consente di essere molto spontanei, ma permette di rispettare le persone con cui siamo in interazione. 


I rapporti interpersonali possono diventare una fonte di stress nel momento in cui ci sentiamo sotto pressione, invasi, in conflitto. Queste sensazioni non permettono di vivere le emozioni in modo equilibrato, ma rischiano di provocare stress e disagio. 
Si arriva a sentirsi inadeguati, incapaci di reagire, addirittura sopraffatti da persone con cui non si riesce a trovare una giusta distanza. 

Quindi come fare per ristabilire un equilibrio e allontanare lo stress?

Bisogna per prima cosa conoscersi meglio e capire quali sono i propri confini personali. Alcune persone hanno un confine molto ristretto e permettono agli altri di avvicinarsi molto al mondo personale. Sono persone che amano condividere con gli altri, che si lasciano avvicinare senza timori. 
Altri invece hanno i propri confini molto ampi: sono persone che preferiscono essere riservati e hanno bisogno di maggior spazio intorno a sé per sentirsi tranquilli. 
Ognuno ha il suo confine ed è importante conoscere il proprio stile per capire anche come gestire i rapporti senza sentirsi stressati. 


Non è facile trovare il giusto equilibrio tra le proprie esigenze e quelle degli altri, ma è necessario rispettarsi e rispettare per non lasciarsi sopraffare dallo stress. Ma cosa fare per gestire questi rapporti senza stress?

1) Inizia a parlare. Comunicare è la soluzione migliore, perché le relazioni si basano proprio su questo, su uno scambio per condividere pensieri, sensazioni, dubbi. Se senti che una relazione ti crea tensione e stress, prova a spiegare come ti senti. Cerca di adottare una comunicazione chiara, senza giudicare il comportamento dell'altra persona ma spiegando cosa provi e come senti il disagio. 


2) Cerca di spiegare cosa ti aiuterebbe a stare meglio. Prova con delicatezza a proporre delle soluzioni, spiegando come ti piacerebbe vivere questo rapporto. In tal modo potrai essere propositivo e comunicare il tuo disagio senza dare colpe, ma proiettando l'attenzione sulle possibili soluzioni. 


3) Presta attenzione anche ai tuoi atteggiamenti e comportamenti. Se senti che una relazione ti crea stress prova a porti in modo diverso. Forse anche tu, con i tuoi comportamenti, non fai rispettare i tuoi confini.

4) Fai attenzione ai segnali dello stress. Prenditi qualche minuto ogni giorno per concentrarti sul tuo corpo, esplora le tensioni, scopri quando ti senti più stressato e cosa succede in quei momenti. Questo monitoraggio del corpo e delle sensazioni ti consente di non passare la soglia dello stress e non sviluppare sintomi e tensioni eccessive. 

5) Metti dei paletti. Chiarisci quali sono per te i comportamenti accettabili e quelli non accettabili, così da capire subito se una persona sta diventando troppo invadente e rischia di provocarti stress. Quando hai chiari i tuoi confini, comincia a dire qualche "no", prenditi tutto il tempo che ti serve per decidere se occuparti degli altri, non dire subito di sì. 

Se ti senti troppo stressato rivolgiti ad uno psicologo, in modo che ti possa aiutare a gestire lo stress, in modo da ridefinire i tuoi confini personali, imparare a comunicare le tue esigenze e allenarti al rilassamento per gestire gli stress della vita quotidiana e delle relazioni.

Dott.ssa Roberta Schiazza
Psicologa Chieti Pescara, esperta nella gestione dello stress e problemi di relazione


Nessun commento:

Posta un commento